La controparete interna nelle case in legno

La controparete interna nelle case in legno

Ancora oggi, molti dei nostri clienti, sono intimoriti nella scelta di una casa in legno perché pensano che non sia flessibile e modificabile: “una volta che decido non si può più cambiare nulla”.

Proprio per superare questa problematica, Woodbau fin dalle sue origini si è specializzata nell’utilizzo della tecnologia del pannello X-Lam, che permette una maggiore personalizzazione e flessibilità in cantiere. Uno degli aspetti principali è l’utilizzo delle contropareti interne a secco, che permette di alloggiare la componente impiantistica nella parte interna della parete, lasciando intatto l’involucro edilizio portante. La parte di vuoto viene riempita con materiale isolante (lana di roccia, fibra di legno, ecc…) e la chiusura avviene con una doppia lastra in cartongesso o fibrogesso. Questo accorgimento permette numerosi vantaggi:

  • Montaggio a secco;
  • Tempi di posa ridotti;
  • Riduzione ponti termici;
  • Migliori prestazioni acustiche – massa/molla/massa;
  • Maggior isolamento termico;
  • Flessibilità nello spostamento delle prese elettriche;
  • Facilità di manutenzione degli impianti;
  • Maggiore protezione dal fuoco;
  • Resistenza agli urti.

Un ulteriore aspetto riguarda la scelta tra cartongesso e fibrogesso. Quest’ultimo presenta una densità più elevata, circa 1.150 kg/m3, e un calore specifico maggiore, 1100 J/kgK, tuttavia risulta molto più difficile e rigido da lavorare in cantiere. Per quanto riguarda la portata, prevedendo una doppia lastra in cartongesso e tasselli appositi si può riuscire a fissare un carico fino a circa 48 kg per tassello. La scelta va fatta e ragionata assieme a progettista, ditta costruttrice e termotecnico.

 

CLICCA PER CONDIVIDERE
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter